NOTTE A VENEZIA

I film mi rimangono alle spalle (qualcuno, più insistente, mi gratta sul collo). Stanotte un amico ha avuto una colica renale. Ma se chiami il pronto soccorso a Venezia, arriva un vaporetto? Ti danno appuntamento sul molo? La guardia medica, al telefono, ci trova piuttosto una farmacia di turno in zona. Sono le 3.30 quando mi tiro su il cappuccio e mi incammino nelle strade deserte. C’è un’amica con me, mentre il malato ci aspetta piegato in due a casa. La farmacista ci risponde assonnata e ci mette un po’ a accendere le luci e ascoltarci. Nella piazzetta vuota vuota in cui aspettiamo ci fa compagnia l’urlo prolungato di una donna in orgasmo, che non riusciamo a capire da quale finestra provenga. Chiunque la stia montando fa l’unico altro rumore, come uno stantuffo, tum tum tum tum.

Tag: ,

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: