DA MARCO BELLOCCHIO A IDA DALSER, DA BERLUSCONI A NOEMI

Vincere, o dell’identità tra potere e morte. La psichiatria dello schermo in cui affonda l’Italia, oggi come allora. Melodramma politico. Gendarmerie certificati famiglia religione sicurezza: elettroshock sottile e ininterrotto. Figli non riconosciuti, poligamie, parlamenti da zittire, magistrature da demolire, mari che non sono oceani, ma certo, schiacciare Cartagine e ospitare minorenni nei bungalow nel giardino di casa. Un’unica perdita di senso e di senno spacciata per immagine. Per fortuna ci sono ancora grandi registi come Marco Bellocchio e donne coraggiose come Ida Dalser.

vincere

vincere02g

Advertisements

Tag: , , , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: