SUPERCANNES: RAYA MARTIN, TAKASHI MIIKE

Meglio scoprire registi lontani e apparentemente inospitali, piuttosto che vedere macchine da soldi senza amore capaci delle piu’ grandi brutture mai realizzate (un esempio per tutti l’insopportabile e inutile lars von trier).

E allora. Sorprendente il giovanissimo filippino Raya Martin che fa un film politico costruendolo esclusivamente sul gesto specifico della metafora. Indipendencia. Grande film.

independencia

E la saga eternamente rinnovabile di Takashi Miike, qui alle prese con un film esclusivamente muscolare, di scontro fisico e melodrammatico fra bande giovanili. Crows 2.

CrowsZero2

Tag: , , , ,

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: