Quaderni dal carcere (4) – Università (in Italia)

“Perchè le Università italiane non esercitano nel paese un influsso di regolatrici culturali?”, si chiedeva A. Gramsci poco meno di un secolo fa. Ho partecipato a un concorso per un posto da ricercatore, in cui:

1) Mi si è chiesto sostanzialmente di far numero, altrimenti diventava complicato assegnarlo alla persona per cui il concorso era stato ‘chiamato’ (la persona in questione, fra l’altro preparatissima, se lo è meritato comunque: curioso caso in cui causalità e casualità coincidono)

2)Mi si è detto: non passerai, ma l’Università ti sarà debitrice e al prossimo concorso… (il fatto che oggi i sistemi di valutazione si auto-definiscano ‘creditizi’ è esemplare).

3)E’ stato molto bello il discorso del Presidente di commissione sulla serietà richiesta (“Non come a Medicina!”): dovete avere solo la penna in mano, i compiti devono essere anonimi, se dovete andare in bagno vi accompagnamo noi.

4)La commissione ha sostenuto, durante l’orale, che risultavo troppo atipico e che non mi ‘capiva’.

5)E’ andato tutto, ma proprio tutto, come previsto.

6)In tre giorni di lavori (due scritti e un orale) mi sono sentito più fuori dal mondo di quando scrivo una pagina di un romanzo che so non verrà mai pubblicato.

Che influsso può avere, risultati a parte, un organismo per cui la cultura è il sintomo e l’approdo della propria burocrazia? Dovrebbe forse  spingere se non a una rivolta generalizzata, perlomeno a un’opposizione radicale. Ma anche queste è previsto che non ci siano.

Tag:

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: